#Popcorntime 14: The Day After Tomorrow – L’alba del giorno dopo sarà cosi spaventoso e impressionante?

Buon Sabato a tutti eccoci di nuovo con il nostro appuntamento settimanale. Ripartiamo alla grande con un articolo per questo sabato con #Popcorntime. Quest’oggi vi parlerò di un film che a me personalmente ha colpito molto e che mi ha fatto riflettere. Siete curiosi?

The Day After Tomorrow – L’alba del giorno dopo

Le ricerche effettuate dal climatologo e professor Jack Hall indicano che il riscaldamento del globo terrestre potrebbe innescare un improvviso e catastrofico cambiamento del clima del nostro pianeta. Tutto ha inizio quando Hall osserva un pezzo di ghiaccio delle dimensioni dello stato americano del Rhode Island staccarsi dalla calotta artica. Subito dopo, iniziano a verificarsi una serie di eventi meteorologici improvvisi e drammatici: chicchi di grandine delle dimensioni di un ananas flagellano Tokyo, uragani di una violenza mai registrata prima si abbattono sulle Hawaii, Nuova Delhi è sepolta sotto la neve, e Los Angeles viene spazzata via da una serie di tornadi devastanti. Mentre Hall è alla Casa Bianca per dare l’allarme, suo figlio Sam rimane intrappolato in una New York improvvisamente sotto zero. Lo scienziato si mette subito in viaggio per salvare ciò che ha di più caro, ma nemmeno lui è preparato ad affrontare ciò che lo attende.

Sono i primi segnali che qualcosa sta per accadere.

Ce la farà Jack Hall a salvare il figlio oppure rimarrà congelato durante il tentativo di salvarlo? Riuscirà Sam a proteggere se stesso e i suoi amici con i suggerimenti del padre? Molte persone ascolteranno l’appello del Presidente oppure moriranno?

Questo è quello che si vedrà dall’alto.

Eccoci qui con un film di Roland Emmerich, ricorderete questo regista anche per aver creato strepitosi film che ti lasciano col fiato sul collo per tutta la durata. Tra i vari film che ha fatto appunto ricordiamo: Godzilla, Sotto assedio – White House Down, e molti altri. Senza dubbio il regista ha un suo genere di film preferito ,da vedere e da filmare, ed è il catastrofico che si basa sull’impiego di grandi quantità di effetti speciali.

All’interno del film Emmerich ha voluto ispirarsi sia sul tema scientifico sia su quello politico, dove attorno a questi forti temi costruisce un disaster movie. È per questo che lui sfrutta la forza del paradosso fantascientifico per disegnare uno scenario inquietante anche grazie in virtù di effetti speciali decisamente sorprendenti nella loro iconica forza distruttiva.

Per rendere la produzione più “ecologica” e quindi meno inquinante il regista ha pagato di tasca sua piantando alberi e producendo energia da fonti alternative, quindi non inquinanti.

Tra gli attori riconosciamo Dennis Quaid, il climatologo Jack Hall, che fu’ il leggendario protagonista di Benvenuti in paradiso, Cartoline dall’inferno, Dragonheart, e Genitori in trappola.  

Voto: 🍿🍿🍿🍿.5

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

La vostra Alessia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...