-Parole Scritte- “Collateral Beauty. “

Happy Monday Readers! Oggi vi racconterò di un film straziante di Will Smith : “Collateral Beauty “, che bagnerà le vostre guance con un inondazione di lacrime. Un miscuglio tra Amore, Dolore e Rabbia, interpretati da un’attore senza eguali. Forza, scopritelo con me!

Genere: Drammatico.
Regia: David Frankel.
Durata: 96 minuti.

Will Smith: Howard Inlet.
Edward Norton: Whit Yardshaw.
Kate Winslet: Claire Wilson.
Michael Peña: Simon Scott.
Keira Knightley: Aimee Moore / “Amore”.
Helen Mirren: Brigitte / “Morte”.
Jacob Latimore: Raffi / “Tempo”.
Naomie Harris: Madeleine.

In Collateral Beauty la platea viene catapultata d’impatto in un mondo buio e doloroso, dove la luce sembra non arrivare mai. Gli unici “esseri viventi” che sono sopravvissuti sono: rabbia, dolore e tristezza. Sentimenti forti causati da una perdita prematura di una figlia e di un’amore infranto in mille pezzi dalla disperazione. Un dolore devastante, soprattutto quando si è costretti a guardare inermi e senza poter fare nulla.

Howard Inlet è un uomo dal cuore frantumato, pieno di collera per la perdita della sua amata bambina e da un matrimonio rovinato. Per lui la vita non ha più alcun senso, ha perso tutto ciò che più amava e non ha più paura di nulla.

Howard e i suoi amici possiedono un’azienda che da tempo sta calando i suoi sipari ed è il proprio il nostro protagonista la causa del loro fallimento. Dal dolore per la scomparsa della sua bambina, ha lasciato che il sua società si gestisse da sola, i suoi colleghi ormai non sanno più come far reagire il loro amico. Finché Whit, Simon e Claire non ingaggiano un detective privato per sapere come Howard passa le sue giornate e scopriranno che scrive a quelle entità che considera le cause della sua afflizione.

Secondo voi, queste entità risponderanno alle sue grida?

Howard “vive” i suoi giorni senza sentire più alcuna emozione, evitando chiunque perché ormai la solitudine e il domino sono la sua unica consolazione.

Whit è gentile e premuroso, ma non vuole vedere i suoi sacrifici svaniti in un batter di ciglia, farà qualunque cosa per salvare l’azienda e il suo amico.

Ciò che ci sussurra il film è che alla fine dei conti è che una persona non muore mai nei nostri cuori, e che i ricordi che ci hanno lasciato saranno per noi le migliori bende e le migliori medicine se, sapremo curarci nel modo giusto.

Il lungometraggio dai toni drammatici e toccanti riuscirà a risaltare le nostre fragilità, dimostrandoci come la vita possa mutare drasticamente, sgretolandosi come un vaso di cristallo. “Collateral Beauty” parla di come riprendersi la propria vita e ritrovare l’amore dopo un lutto molto doloroso. Ci trasmette le fasi per imparare a convivere con le proprie sofferenze e come combattere la depressione e la solitude.

Un’opera bellissima e straziante, che trasmette ad ogni spettatore il rimorso di una famiglia che assiste alla morte della propria piccola figlia. L’amore che si prova per un figlio è indescrivibile, e niente al mondo riuscirà a inimmaginabilmente paragonabile alla sua scomparsa.

Un Willard Smith maestoso, che sa come trasmettere le più profonde e pure emozioni. Personalmente lo apprezzo molto di più nel genere drammatico, ma bisogna dire che è un attore versatile e che riesce a fiorire in tutte le sue interpretazioni.

Le interpretazioni dei nostri artisti sono tutte molto avvincenti e coinvolgenti, rendono il film emozionante al tal punto da farci venire la pelle d’oca. Sono versatili e riescono a farci raggiungere i sentimenti principali del film: Amore, Morte e Tempo. Amore per il film, la Morte e il suo dolore e il Tempo che sembra essere voltato durante la sbalorditiva opera a cui assistito. I dialoghi non sono mai monotoni o lenti. I costumi sono bellissimi, un Willard sempre elegante e ammaliante e gli altri attori non sono da me.

E che dire della colonna sonora? Vi è piaciuta? A me tantissimo! Let’s Hurt Tonight dei OneRepublic è bellissima e dona un tono commovente all’intero film.

Qual’è per voi il significato di ” Bellezza Collaterale?

David Frankel è un regista geniale e talentuoso, nella sua vita cinematografica ha una scia di successi come: Il diavolo veste Prada, Io e Marley, due film che non hanno bisogno di altre parole al di fuori dei loro titoli. Due opere d’arte che hanno avuto un grande clamoroso, ma da David non potevamo aspettarci di meno.

” Se solo potessimo essere di nuovo estranei.

La vostra Sara.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...