Recensione: The section saga di Kiera Cass! Vale la pena o no???

Buongiorno miei cari readers! E’ passato un po’ di tempo dall’ultima recensione, vi ho lasciato nel silenzio perché stavo leggendo e meditando su cosa scrivere di nuovo. Nel contemporaneo stavo apportando dei nuovissimi cambiamenti qui sul blog, stiamo lavorando con tantissime novità che vi piaceranno.

E ora, veniamo a noi ed al pattume di inizio anno!

La saga di Kiera Cass è stata acclamata da tutti, non ho trovato alcuna critica e ciò mi ha spinto ad acquistare la saga per valutare da me la realtà.

Copertine favolose, forse anche quelle mi hanno attratto nell’acquisto. Nel retro di due dei romanzi, vi era scritto “Avvincente come Hunger Games, ma molto meno violento.” e “Avvincente come Hunger Games, ma molto più romantico”. Esattamente dove è stato avvincente come Hunger Games? Non si percepisce nessuna atmosfera che ti lega alla storia come uno potrebbe immaginarsi leggendo tali frasi in libreria. Ti trae in inganno, completamente.

In comune con Hunger Games, vi è solo la solita idea di prendere un gran numero di ragazzi e metterli davanti alle telecamere per calmare un popolo spesso in rivolta. E’ un’idea vista, rivista e poco innovativa. Forse l’idea di far gareggiare delle ragazze per avere il trono e l’amore del principe, è un’idea interessante che se ben sviluppata poteva dare un ottimo clamore alla storia stessa. MA qui NO!

Non sono riuscita ad apprezzare la psicologia quasi superficiale delineata per la protagonista. Sono rimasta delusa, pensavo di trovarmi davanti un eroina forte, al pari di Katniss che nonostante i suoi lati egoistici di salvare la sorella ha mantenuto la testa alta. Qui America è un ottima cantante, mossa da sentimenti buoni e unici, ma quando veniamo scaraventati in una situazione di pericolo che dovrebbe essere all’ordine del giorno alla corte dei reali, cambia tutto. La lettura diventa veloce, frettolosa e lo stile stesso dell’autrice è quasi superficiale. Qui, proprio in queste esatte scene doveva diventare più lenta la lettura e mutare l’attenzione del lettore, rendendo tutto molto più avvincente e calcando la suspense in crescita del lettore. Perché è stato così veloce? Ho dovuto rileggermi quelle scene due volte, perché non riuscivo a capacitarmi della velocità in cui si erano risolte.

Al contrario le scene di intesa tra la nostra protagonista e il principe sono lunghe, ambigue e romantiche. Il loro legame è fraintendibile, poco chiaro. L’idea in cui durante il soggiorno delle ragazze, il principe esca con tutte e beh passi momenti amorosi e carnali con quasi tutte è alquanto discutibile. Tutto ciò lo avrei accettato se la personalità del principe fosse stata più dura e forte, invece abbiamo un principe dai toni modesti con le sue debolezze particolarmente evidenti. In quel contesto ci stava perfettamente un principe enigmatico, difficile e misterioso, cosa che è venuta a mancare.

Un punto a favore va sicuramente per le altre ragazze, a parte una che ho trovato particolarmente stupida e innamorata dell’idea dell’amore, tutte erano sicuramente ben delineate, nulla in confronto ai nostri protagonisti.

Gli ultimi due libri della saga si concentrano sulla storia della figlia dei nostri due innamorati, non so cosa dire. In questi libri si perde tutta l’attenzione che i primi tre volumi erano riusciti con fatica a guadagnarsi.

Lo stile è semplice, scorrevole e vicino allo stile Young Adult, anche se a mio parere è indirizzato ad un pubblico molto giovane. Negli ultimi due libri, ho trovato la lettura ancora più semplice e lenta rispetto ai tre volumi antecedenti e ovviamente le scene che potevano portare un po’ di avventura e dare un certo ritmo alla storia sono state davvero veloci.

Nella lettura ci sono diverse scene che mi sono piaciute, ma purtroppo sono state annullate da questi aspetti negativi, dalla poca caratterizzazione dei personaggi principali, i quali sono limitati in questi standard iniziali e soltanto una volta li vediamo tentare di avanzare ed evolversi senza davvero riuscirci.

Putroppo la poca crescita dei personaggi del romanzo e la loro psicologia poco elaborata, le scene che dovevano incatenare il lettore, sono a parer mio tra gli elementi più importanti e influenti in una storia, a maggior ragione quando ha questa grande fama.

Qui arriviamo alla domanda iniziale, vale la pena o no? Secondo me non vale tutta la sua fama, ci sono buchi nella trama e ovviamente quegli elementi sul quale io non riesco a transigere che mi portano a considerarla pattume. Negli stessi anni in cui uscirono questi romanzi, ne ho letti di simili decisamente più belli. Le copertine sono stupende e davvero uniche, molti romanzi si sono ispirati a questa saga per le loro copertine.

Voto: 📚📚

La vostra Clara

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...