-Parole scritte- The Tower

Buonasera lettori!

Eccomi tornata con un nuovo appuntamento della mia rubrica del lunedì, parliamo ancora di film. Non riesco proprio ad abbandonare questo genere dispotico e quasi apocalittico. Oggi vi parlerò di:

The Tower.  

     “ 108 lives trapped in a fire Tower.


Un egocentrico uomo di business, proprietario della Tower Sky, due torri gemelle collegata da un ponte sospeso al 70esimo piano. Ogni anno nelle giornate feriali, da feste molto lussuose, con i migliori comfort immaginabili: favolose suite, ottimo cibo, bella vista panoramica e elicotteri per disperdere neve per la serata, visto il ciclone caldo che si era presentato quello stesso anno. A seguito di un piccolo incidente si viene a scoprire di un mal funzionamento del sistema antincendio, nonostante ciò il presidente Jo decide di proseguire il party. 

In piena festa un elicottero, che era alle prese con uno spettacolo da mozzare il fiato con la sua magica neve nel blu scuro del cielo, si schianta contro il ponte che unisce le due torri, trasformando il sogno in un incubo. Lo scontro dell’elicottero scatena un incendio, causando distruzione e disperazione. Le vite di tutte quelle persone sembrano ormai spezzate via. Anche nei momenti di panico come questi in cui la vita dovrebbe essere uguale per tutti, le classi sociali più benestanti hanno la massima priorità, rispetto alle persone di basse classi. Un’altro orrore in mezzo alla disperazione e la distruzione, l’orrore più grande è mettere in primo piano una vita sopra un’altra vita. 

Proprio durante questo evento dispotico l’attenzione viene focalizzata su Dee Ho, un semplice impiegato che sfida il disastro per salvare le sue de ragioni di vita ( la bambina e Yoon Hee).


■ Kim Sang kyung: Lee Dae Ho, il padre; e la guardia di sicurezza della Tower Sky.
■ Jo Min-ah: Lee Ha-Na, la bambina.

■ Cha In Pyo: Presidente Jo, il proprietario delle torri.
■Ahn Sung-ki: Young-ki, Fire Station chief.

 

 

Yoon-hee, la direttrice di sala della torre sarà presente sin dall’inizio del lungometraggio, ma diverrà un’immagine importante solo nel bel mezzo dell’incendio. Una donna forte e di buon cuore, immancabile personaggio in un film simile. 

Ha-na, una bambina astuta e molto dolce, sceglie di rimanere col padre per Natale nonostante l’estenuante serata lavorativa. 

 

Un lungometraggio dove il terrore e l’orrore sono talmente presenti da lasciare un segno nei nostri cuori. Ma anche l’amore non manca nelle sue scene più commoventi. Un film che risulta scivolare sulla pelle come l’acqua, non è mai pesante o noioso, anzi la tensione e la paura attraggono i nostri occhi al tal punto da infiammare le nostre anime. In questo film vediamo un atmosfera così estrema e insidiosa, da trasportarci nella disperazione di un padre che cerca la figlia in un luogo ostile. L’amore non è l’unica bontà di questo lungometraggio, le piccole cose sono sempre dietro di noi a ricordarci di essere umani. 

 

Vi piacciono questi generi così estremi? Siete anche voi bisognosi di sentimento e suspense?

 

Che cosa avete provato nella visione di questo film?

 

Fatemelo sapere nei commenti!!

E se avete consigli ditemi tutto ❤

 

La vostra Sara

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...