-Parole scritte- “ Don’t shoot my mommy!”

Buongiorno miei readers!

Sono tornata a parlarvi di un nuovo film, con furore dalla Corea del Sud vi parlerò di:

The Flu!

Dopo aver portato avanti un traffico illegale di immigrati nel paese, la morte di Byung-woo dovuto a un virus sconosciuto. Poco dopo i suoi stessi sintomi affliggono i residenti di Budang impotenti di fronte a una malattia che si diffonde con l’aria e il cui numero di infetti aumenta esponenzialmente. La città, abitata da mezzo milione di persone, viene isolata. Nel frattempo, la specialista in malattie infettive In-hae e il soccorritore Ji-goo arrivano in città per risalire al primo caso, utile per lo sviluppo di un eventuale vaccino.

Quando i casi di infetti si fecero più numerosi con un autobus infettato da un medico, uno studente delle scuole superiori che inventò la sua classe ed un bambino che inventò la sua asilo nido al contrario Center di Budang venne messo in piedi un centro di isolamento per diminuire la contaminazione del ceppo.

Park Min-ha: Kim Mi-reu, la bambina.

Soo Ae: Kim In-hae, la madre.

Jang Hyuk: Kang Ji-koo, il soccorritore.

Kim Seong-soo, il regista.

Kim Mi-reu, vive personalmente lo shock dell’epidemia, è probabilmente la star più luminosa del film, grazie alla scena finale che vi porterà sicuramente alla commozione.

Kim In-hae, un medico nel settore malattie infettive, che ama tantissimo la propria figlia, Mi-reu, pur di salvarla dal peggioramento imminente del suo contagio, al cospetto di nasconderla dagli agenti sanitari responsabili della trasmissione del ceppo assassino.

Un caso del destino erige l’incontro tra Mi-reu e Kanjo Ji-koo, l’uomo si affeziona velocemente alla bambina e anche lui farà qualunque cosa per sottrarla dal pericolo, diventando un eroe ai suo occhi e agli occhi di In-hae.

flufeature

Il regista rappresenta maestosamente la sofferenza e la separazione dalle persone amate causate dell’epidemia che divenne in questo caso il cavallo di Troia della città di Budang, una furia divina che mette in evidenza in evidenza le conseguenze psicologiche e morali di tutti quei sopravvissuti della sepsi omicida.

Un film emozionante, ad alto tasso emotivo che tiene spesso alta la tensione. In cui un piccolo ceppo porta alla fine di innumerevoli vite umane, portando l’orrore e il terrore nelle anime dell’intero paese e anche nelle nostre.

Il personaggio che più mi ha coinvolta emotivamente è stata la bambina Mi-reu, però non ve ne parlerò, dovrete scoprire voi perché mi ha impressionata così tanto!

 

Buona visione! E raccontatemi la vostra su questo film. 

 

La vostra Sara

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...