#BookFriday !!!

#BookFriday

Eccoci di nuovo qui con questa splendida rubrica! Quest’oggi vi parlerò di MANGA, infatti volevo consigliarvi dei fumetti giapponesi che sto seguendo e mi hanno letteralmente conquistata.


Veniamo a noi, il primo di cui vi parlerò è

ARTE.

di Kei Ohkubo

maxresdefault

Questo manga ambientato nella Firenze rinascimentale, tratta la storia di una ragazza di famiglia nobile che sogna di diventare un artista. Purtroppo il suo sogno non era ben accetto all’epoca, infatti scappa di casa per trovare una bottega dove imparare il mestiere. E’ possibile che il nome della nostra eroina sia una velata allusione a Artemisia Gentileschi, pittrice appartenente alla scuola caravaggesca che ha operato nella prima metà del ‘600 (così come Leo rimanda fatalmente a Leonardo da Vinci). Questo manga posiziona il lettore in un ottica “femminista”, oltre che porre l’accento sulla vita quotidiana delle maestranze artigianali. L’attenzione del mangaka ai dettagli di vesti, ambienti innalza l’interesse del lettore.

Finora sono usciti solo tre volumi in Italia, speriamo che la storia mantenga questi toni intriganti. Una storia interessante, piena d’arte, femminismo e amori.


Ora è il turno di :

Chiisakobe

di Minetaro Mochizuki

IMG_5275-2

Un manga diverso, dai toni distaccati e tranquilli. Due personaggi decisamente diversi, quasi agli antipodi in questo primo volume.

Mochizuki presenta una nuova interpretazione del romanzo storico di Yamamoto Shuguro. Un giovane carpentiere, Shigeji, che ha perso in un incendio sia i suoi genitori che l’impresa edile di suo padre, la Daitome. Shigeji giura a se stesso che ricostruirà la compagnia, seguendo le parole di suo padre Tomezoh; inizia così il suo percorso di creazione assumendo Ritsu, una ragazza che non ha alcun posto dove andare, come assistente alla Daitome.

Essendo solo un primo volume, non mi è possibile dare un vero giudizio. Posso però ritenere quella lettura diversa e molto profonda nelle tematiche che tocca.


Ora vi parlerò di uno yaoi che ha scalato le classifiche in Giappone.

10 count

_wallpaper__ten_count_by_cherryshana017-d967t9l

A colpire di questo manga è la sua tematica.

Shirotani è affetto da un disturbo di carattere ossessivo compulsivo, la misofobia, che porta chi ne è afflitto ad avere un’esagerata paura di toccare oggetti per timore di infettarsi o di contaminarsi. Vivere la quotidianità è complicato per lui; nonostante ciò, ignorando il problema, non ha mai pensato di farsi seguire da uno specialista. Per uno strano caso del destino, Shirotani conosce Kurose, uno psicoterapeuta che, senza un motivo apparente, si offre di aiutarlo a intraprendere un percorso riabilitativo.

Una storia diversa, dai tratti psicologici si arriva a creare un desiderio di amore. Il lettore è ipnotizzato dalla storia, non può staccarsi, vuole capire la psicologia dei personaggi. A differenza di Killing Stalking che affronta la follia, Ten count affronta il desiderio di essere normale, di crescita e di amore. Nonostante i tratti perversi di questa storia, la consiglio a tutte quelle persone che vogliono leggere qualcosa di forte e importante come una malattia, quale il disturbo ossessivo compulsavo.


Se 10 count ricopre un amore complicato e erotico, quest’altro yaoi vi donerà comprensione e dolcezza.

Hidamari ga kikoeru

di Yuki Fumino

Hidamari-Kikoeru

L’essere sordi è un disagio per Kouhei, ha bisogno di qualcuno che prenda appunti per lui durante le lezioni. Taichi, in cerca di un lavoro, si offre di prendere appunti per lui in cambio del bento. E’ inevitabile che si crei un legame profondo, di comprensione e fiducia, però il legame cambia e plasma i loro destini.

In questo mandala tematica della sordità viene affrontata con gentilezza e profondità, ogni volta sa insegnarti qualcosa. Un’incertezza, una forza. Tutto diventa importante, qualsiasi sfumatura del suono viene percepita attraverso l’inchiostro delle pagine.


Ultimo manga di cui vi parlerò è:

Haikyuu

di Haruichi Furudate

Haikyuu!!.full.1712449.jpg

Mi sono avvicinata a questo manga solamente dopo aver visto l’anime, poiché sono stata incatenata allo schermo. Non è la semplice storiella sportiva, Furudate ha dimostrato di avere maestria nel tessere la psicologia di ogni personaggio. Una storia di crescita così forte, intrecciata a comicità e ironia. Shoyo con la sua aria da scemo del villaggio dimostra di avere carattere nella sua idiozia, appoggiando Kageyama che inizialmente era il nemico numero uno. Ogni aspetto è affrontato con maestria dalla perdita e disfatta della prima partita alla vittoria della seconda, tutto diventa un aspetto maturo per ogni personaggio. Non mancano i momenti comici che regalano al lettore una risata. Oltre alla lettura del manga, mi sento di consigliarvi anche l’anime decisamente più diretto e con un livello superiore nella comunicazione di sentimenti.

Siamo venuti alla fine di questa carrellata di consigli! Cosa conoscevate già? Quale di questi è riuscito a comunicarvi e entrarvi nel cuore? Fatemelo sapere in un vostro commento. Se avete consigli per letture simili non abbiate paura di farvi sentire!!

La vostra Clara

Annunci

4 risposte a "#BookFriday !!!"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...