Recensione: “UN’INFEDELE IN PARADISO”

UN’INFEDELE IN PARADISO

di  S. J. Laidlaw

Emma, sedicenne figlia di un’importante diplomatica, è costretta a trasferirsi improvvisamente in Pakistan lasciando amici e scuola. Lo spostamento improvviso è stato deciso dalla madre, dopo che il padre scrittore ha abbandonato la famiglia per la loro babysitter. 

Un’infedele in paradiso è stato il primo romanzo letto alcuni anni fa per avvicinarmi al tema della diversità. La protagonista col suo carisma e la sua personalità piperina ha stravolto questa storia. Il romanzo affronta l’incontro tra due culture e tradizioni diverse tra loro, attraverso lo sguardo di una sedicenne e i suoi problemi.

Mi ricordo quando avevo scelto il libro per la sua storia d’amore, ma arrivata alla fine ne ero rimasta delusa perché l’amore non era il tema a farne da padrone. A risollevare il mio umore è stata la stessa storia, quando ad ogni parola imparavo un nuovo mondo stuzzicando il mio spirito armato di curiosità.

A dare un sapore diverso a questa storia è il lavoro di diplomatica della madre, che mette su un altro piano la storia narrata nel romanzo; perché ci fa far fronte a un’atmosfera politica sempre più tesa e talvolta pericolosa.

L’impaginazione del romanzo fa fluire la lettura di questa storia, già avvantaggiata dalla sua narrazione semplice e diretta che incatena il lettore alle sue vicende come fosse anch’esso un personaggio di questa storia.

“Un’infedele in paradiso” butta il lettore in un mondo a noi lontano e difficile, ma al contempo mostra l’umanità che non si riesce ad amare in chi si distingue da noi.

Consiglio questo piccolo libro a chi ha bisogno di assaporare il diverso dagli occhi di un ingenua ragazza, per avvicinarci alla nostra realtà odierna governata dall’arrivo di diverse culture.

Consiglio inoltre questo libro a chi è sempre pronto a giudicare dalla copertina un libro, senza assaporarne la storia parola per parola.

Infine consiglio il libro a tutti coloro che vogliono apprezzare i propri amici e chi li circonda per quello che sono. Perché Emma stessa attraverso molti ostacoli realizza l’importanza di se stessa e tutte le persone con cui è entrata in contatto come unicità di questa vita.

Voto:📚📚📚


La vostra Clara.

Fatemi sapere la vostra su questo libro o se ne conoscete altri con temi simili, sono sempre pronta a conoscere altre usanze e altri mondi. Come sempre il mio spirito avventuriero ne fa da padrone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...